Musica: Marco Cagliani

Category

Musica

Date

21 febbraio 2017

Share it:
About

Marco, cantautore e autore musicale cresciuto nell’oratorio di Imbersago, ci racconta: “Dall’età di 4 anni ho sempre avuto la passione per la musica. Crescendo ho iniziato a scrivere le mie prime canzoni che ricordo cantavo nelle aule di catechismo dell’oratorio. Negli anni ’80 il sacerdote dell’oratorio, fece una cosa secondo me molto importante per quel periodo, decise di comprare degli strumenti per fare in modo che la nostra passione diventasse qualcosa di più, e così nascevano gli HI-FI, un gruppetto di 4 ragazzi d’oratorio che si trovavano a suonare nel teatro dello stesso stabile.”

Marco ha collaborato per alcuni anni con vari artisti italiani poi, nel 2011, dopo l’uccisione del cugino missionario P.Fausto Tentorio, fonda AMATOUR: un progetto per creare e fare musica che oltre divertire, porta dei messaggi forti a chi partecipava ai concerti.

Nel 2012 esce il primo cd AMA, spettacolo musicale che racconta la storia di Padre Fausto e denuncia lo sfruttamento dei poveri da parte delle multinazionali. Visto il grandissimo successo, nel 2015 esce il secondo cd CONTROCORRENTE, spettacolo che ancora stanno portando in giro, dove viene denunciato l’uso dei bambini soldato e le banche che li finanziano.

Tutti gli incassi delle vendite cd e delle offerte concerti, vengono poi devoluti per progetti mirati a sostenere i poveri del mondo attraverso opere come scuole, asili e pozzi nelle Filippine e reparti di neonatologia nel Benin.

Ad oggi con oltre 40 repliche dei concerti negli oratori, AMATOUR ha già versato, per queste cause, quasi € 25.000.

“Sono e siamo una piccola goccia che però vuole cercare di dare speranza a chi è meno fortunato di noi , e tutto ciò perché forse l’oratorio e gli educatori di quel tempo passato, hanno seminato un piccolo seme che ha dato piccoli, ma importanti frutti.”

Marco aggiunge: “Noi possiamo fare tutto ciò se le parrocchie e gli oratori continueranno ad invitarci e rischiare con noi una nuova proposta per i più giovani e per chi ancora sta cercando la propria strada.”