Racconto: Andrea Ballabio

Category

Racconto

Date

23 febbraio 2017

Share it:
About

Fino a 20 anni sono cresciuto nell’oratorio San Luigi di Montesolaro (Carimate) e poi sono andato a svolgere servizio all’oratorio San Giovanni Bosco di Camnago (Lentate sul Seveso), ma soprattutto ci sono nato come Animatore. Qui ho imparato a “dare Anima” alle attività, a coinvolgere le persone, rendendole protagoniste e infondendo loro energia, entusiasmo, passione.
In Oratorio ho scritto i miei primi Bans, quelle canzoni melodiche, ritmate e divertenti che fanno venir voglia di ballare anche a chi ha solo voglia di fare da tappezzeria. Ho animato i miei primi cerchi di gioia e ho imparato tutti i trucchi del mestiere e l’arte dell’animazione. Giorno per giorno, accanto ai bambini, ai ragazzi e agli adulti.
Ora interpreto Ciccio Pasticcio e l’essere Animatore è diventata una professione. Porto quello stile e quei valori, conosciuti in Oratorio, nelle piazze e nei teatri d’Italia. Ho avuto il piacere e la fortuna di cantare e ballare i miei bans in piazza San Pietro a Roma davanti a Papa Francesco, allo Zecchino d’Oro, li sento suonare nei villaggi turistici… ma la gioia più grande è quando passando per caso davanti a un Oratorio o a una scuola sento che stanno cantando i miei Bans… Un’altra emozione è quando mi invitano negli oratori ad animare le feste. La soddisfazione più grande è vedere ancora adolescenti e giovani che si mettono in gioco nell’arte dell’Animare per dare gioia e felicità ai piccolini.