Racconto: Stefania Motta

Category

Racconto

Date

25 marzo 2017

Share it:
About

Quando io ero adolescente, l’oratorio era un punto di ritrovo: non andando a scuola il pomeriggio ci si trovava per incontri e lavori manuali con le consacrate laiche che animavano tutti i giorni l’oratorio, si giocava per interi pomeriggi a palla prigioniera e si partecipava anche alla messa feriale animandola come lettori e cantori.

In tutte le iniziative “ci passava” Gesù Cristo: nell’accoglienza di tutti, nel servizio gratuito di animazione ma anche di pulizia degli ambienti, nulla veniva fatto per apparire, ma si era educati a farlo con uno spirito di servizio alla comunità.

L’oratorio mi è rimasto nel cuore!